| OLT Osservatorio Logistica e Trasporti Home | Login   

italiano | english   
  
 

PROGETTO CiViTAS CARAVEL

LogoCiViTASL'iniziativa CiViTAS - City-ViTAlity-Sustainability - è volta ad incoraggiare le città nello sviluppo di strategie nuove e complete per un trasporto urbano sostenibile, basato su misure, tecnologie ed infrastrutture innovative. L'iniziativa CiViTAS I è stata avviata all'inizio del 2002 (nell'ambito del Quinto programma quadro per la ricerca), CiViTAS II all'inizio del 2005 (nell'ambito del Sesto programma quadro per la ricerca). CiViTAS I (2002-2006) coinvolge 19 città in 4 progetti pilota e CiViTAS II (2005-2009) 17 città in altrettanti progetti pilota, per un totale di 36 città in tutta Europa che saranno sovvenzionate dalla UE con 100 milioni di €.

Obiettivi dell'iniziativa:

  • promuovere e realizzare misure per trasporti urbani efficienti in termini energetici, puliti e sostenibili;
  • applicare pacchetti integrati di provvedimenti politici e tecnologici nel campo dell'energia e dei trasporti in 8 categorie di iniziative;
  • formare una massa critica e creare mercati per l'innovazione.

Programmi:

Due programmi orizzontali supportano i progetti e le città pilota CiViTAS:

  • effettuando valutazioni tra i vari siti e realizzando la diffusione a livello europeo in cooperazione con i progetti pilota;
  • sostenendo l'organizzazione del raduno annuale dei membri del Forum CiViTAS;
  • fornendo il Segretariato del comitato consultivo sulle politiche (PAC);
  • elaborando raccomandazioni politiche per un effetto moltiplicatore a lungo termine dell'iniziativa CiViTAS.

Elementi chiave:

  • L'iniziativa CiViTAS è coordinata dalle città; è un programma “di città per le città”;
  • Le città sono al centro delle partnership locali tra pubblico e privato;
  • L'impegno politico è un requisito di base;
  • Le città sono "laboratori" viventi per l'apprendimento e la valutazione.

PROGETTOLogoCiViTASCARAVEL  

Il progetto CiViTAS CARAVEL mira in particolare a creare una nuova cultura della mobilità pulita, in supporto al benessere ed alla sicurezza dei cittadini.

Azioni:

Nelle 4 città partner verranno introdotte in totale 55 misure, che si uniformano alle priorità dell'Agenda per la Mobilità Urbana Pulita e supportano direttamente rilevanti politiche europee, completandosi con misure di innovazione, training e management:

• Estensione delle zone a traffico limitato;
• Tariffazione degli accessi e dei parcheggi;
• Utilizzo di veicoli puliti per il trasporto merci, per il trasporto pubblico ad alta capacità e per i servizi flessibili;
• Estensione del progetto pilota genovese di distribuzione delle merci con veicoli elettrici eD a metano e trasferimento del concetto a Cracovia e Burgos;
• Misure mirate al cambiamento delle abitudini di mobilità e alla limitazione nell'utilizzo dell'auto privata, come “corridoi puliti ad alta mobilità” e “zone pulite”;
• Implementazione di sistemi informativi sulla mobilità e sull'intermodalità;
• Promozione della “cultura della bicicletta” (a Burgos e Cracovia);
• Mobility Forum nelle quattro città, mirati ad assicurare alta visibilità attraverso pubblicità e creazione del consenso;
• Campagna di Mobility Marketing (a Genova e Cracovia inclusi Ecopunti).

Obiettivi del progetto:

Il progetto genovese prevede interventi mirati alla realizzazione di nuovi servizi e di una nuova cultura della mobilità pulita, consistente in flotte di mezzi pubblici alimentati con combustibili alternativi, sistemi flessibili e innovativi di trasporto pubblico, nuove forme di proprietà ed uso dei veicoli, nuovi concetti di distribuzione delle merci e sistemi tecnologici evoluti per il controllo della mobilità e per l'informazione ai cittadini.

Partner del progetto:

GENOVA: Comune di Genova, AMI - Azienda Mobilità e Infrastrutture, AMT - Azienda Mobilità e Trasporti, IIC - Istituto Internazionale delle Comunicazioni, D'Appolonia, Softeco Sismat, Università di Genova - DIEM sez. Trasporti, Agenzia Regionale Protezione Ambiente Liguria - ARPAL, Agenzia Regionale per l'Energia - ARE, QN Financial Service;

CRACOVIA: Comune di Cracovia, Azienda di trasporto pubblico di Cracovia, Università delle tecnologie di Cracovia, Agenzia di sviluppo municipale di Cracovia;

STOCCARDA: Città di Stoccarda, SSP Consult, Università di Stoccarda, Assemblea regionale della Verband

BURGOS: Città di Burgos, Ufficio strategico di Burgos, Istituto di tecnologia della Castilla-Léon;

Rupprecht Consult

Ruolo dell'IIC:

Il ruolo dell'IIC nel progetto CiViTAS riguarda l'attività di disseminazione delle attività e dei risultati del progetto e nella progettazione, organizzazione, realizzazione e promozione di un Mobility Forum.

Nell'ambito delle attività del Mobility Forum, l'IIC ha il compito di organizzare conferenze, mostre, seminari, workshop su differenti argomenti:

  • informazione sui servizi e le reti di trasporto pubblico;
  • informazione sulle opportunità di intermodalità e sulle tariffe integrate treno-bus;
  • informazione sui sistemi innovativi per la mobilità passeggeri, come Car Sharing, Car Pooling e taxi collettivo.

Il progetto ha preso il via il 1° febbraio 2005 e si concluderà il 1° febbraio 2009

 

VISITA IL SITO INTERNET DI CiViTAS CARAVEL GENOVA

 LogoCiViTAS

 BandieraUE

 

 

 

Per ulteriori informazioni scrivere a: progettieuropei@iicgenova.it

 

 


sviluppato da emagestudio e IIC